Breve guida su come assicurare i tuoi risparmi prima di fare un’investimento

Come proteggere i tuoi risparmi prima di fare un'investimentoSono tempi duri per il mondo della finanza: tra mercati che crollano e banche a rischio di fallimento c’è poco da star tranquilli. La grande maggioranza dei clienti che sono stati travolti dalla crisi finanziaria hanno perso gran parte dei propri risparmi, se non tutti.Coloro i quali si sono miracolosamente salvati non sanno più di chi fidarsi, perché quando il mare è in burrasca tutte le barche sono a rischio. Eppure assicurare i tuoi risparmi è possibile!

Come funziona la borsa oggi?

Giocare in borsa come se fossi al casinò non è la scelta più saggia che potresti fare, ti spiego il perché. I mercati finanziari si avvalgono di tecnologie difficilmente comprensibili per noi. Ogni giorno vengono spesi milioni di dollari o di euro per potenziare computer estremamente sofisticati e soprattutto le reti internet di fibra ottica ad alta velocità.

Per questioni di sicurezza e di velocità, le milioni di operazioni finanziarie che si svolgono ogni minuto godono di una corsia preferenziale nella rete internet, ovvero le reti private: migliaia di chilometri di fibra ottica destinati al solo uso finanziario.

Riprendendo la metafora del casinò, è come se tu fossi al tavolo da gioco con fiches per un valore di 200 euro, è la tua prima volta che giochi e di fronte a te hai giocatori esperti che espongono fiches per un valore di 500 000 euro. Sebbene tu abbia tutto da guadagnare, è difficile che tu possa lasciare il tavolo con qualche fich e con l’orologio al polso.

Sui mercati finanziari, inoltre, i computer e le reti di cui parlavamo prima garantiscono ai grandi investitori una velocità di calcolo e di trasmissione dei dati così alta da ruscire a monitorare gli investimenti di piccoli giocatori come me e te, anticipando la giocata, o cambiando il gioco a proprio favore.

Investire un piccolo capitale, che per te sono i risparmi di vent’anni di lavoro e sacrifici, in una grande SPA significa diventare proprietari di una piccola parte di quella società, con tutti i suoi benefici, e tutti i suoi rischi. Se le azioni e il fatturato crescono di valore, una piccola percentuale dei profitti finirà in tasca tua.

Come al tavolo di poker, chi ha più fich comanda. Così capita che i grandi azionisti di quella società ti mentano deliberatamente facendoti credere che la società è forte è in crescita, mentre in realtà già vedono nuvoloni neri all’orizzonte. In questa maniera gli azionisti della SPA fanno crescere il valore delle azioni della società, e quindi anche i propri, nel breve periodo, per poi vendere tutto prima del crollo delle azioni, lasciando a te la scopa e la paletta per recuperare le ceneri delle azioni.

Ogni promozione finanziaria ti presenterà un bellissimo quadro di rendimento delle azioni che si intende vendere, lasciandoti credere che non c’è motivo per mettere in dubbio la continua crescita. Ti suona familiare? Così funziona per le SPA, le banche ed anche gli Stati. Quanto scritto finora non vuole assolutamente dissuaderti dall’investimento nei mercati finanziari.

Come assicurare i tuoi risparmi prima di affrontare un’investimento?

Lo strumento più valido è quello delle polizze vita. Non parliamo di polizze vita qualunque, ma di quelle che si potevano sottoscrivere nei anni ’80 e ’90. La forza e la sicurezza di queste polizze era la garanzia: al momento di sottoscrivere un contratto veniva stabilito il capitale minimo riconosciuto a scadenza, dal quel momento in poi tutti i rischi riguardanti fallimenti, crollo dei mercati, scandali finanziari erano a carico della compagnia assicurativa, il capitale del sottoscrivente era garantito nel contratto.

Queste polizze non sono scomparse, al contrario si sono evolute in termini di flessibilità. In caso di necessità è possibile prelevare, i costi sono bassi e non esistono vincoli, le durate sono variabili ed esiste la possibilità di investimenti unici, non essendo obbligato come in passato ad effettuare altri versamenti.

Assicurare i risparmi significa demandare i rischi dell’investimento alla compagnia assicurativa, che in virtù di ciò eviterà sempre investimenti azzardati, garantendoti tra l’altro anche una minima copertura dall’inflazione. Gli investimenti in bot, btp e titoli di Stato non godono delle stesse garanzie e condizioni: in questi casi, infatti, i rischi sono a carico di chi sottoscrive tali investimenti.

polizza assicurativa

Per assicurare realmente i risparmi occorre quindi sottoscrivere una polizza assicurativa che preveda la garanzia iniziale scritta di un capitale minimo assicurato.Tuttavia occorre prestare la massima attenzione anche al momento della scelta di una polizza vita.

Se il tuo unico scopo è di assicurare i tuoi risparmi alcune polizze sono più indicate di altre. Le polizze di tipo INDEX LINKED e UNITED LINKED ad esempio hanno caratteristiche simili alle polizze vita ma non demandano i rischi alla compagnia assicurativa, il rischio di ritrovarsi con un capitale inferiore a quello iniziale è a carico del sottoscrivente. Queste polizze sono le più proposte da banche, poste, istituzioni finanziarie e compagnie assicurative.

L’unica tipologia di polizza vita che fa al caso tuo, ovvero l’unica tipologia che garantisce il capitale iniziale è quella che investe in GESTIONE SEPARATA.

Questi investimenti garantiscono anche altri vantaggi:

  1. Non pagano l’imposto di bollo (0,20% annuo);
  2. Sono impignorabili ed insequestrabili (art.1923 del codice civile);
  3. Non rientrano nell’asse ereditario e non pagano le imposte di successione;
  4. Permettono di indicare un beneficiario in caso di morte;
  5. Hanno una tassazione agevolata sugli interessi.

 

Proteggere i tuoi risparmi è possibile ed ora sai anche come fare! Prima di avventurarti in questo tipo di scelte ti raccomando di analizzare attentamente alcuni fattori del tuo nucleo familiare:

  1. i dati anagrafici,
  2. i dati del tuo nucleo (se sposati o conviventi, quante persone lavorano, se si hanno figli e quanti anni hanno),
  3. i dati sul tuo reddito (lordo, netto, quanti contributi e tasse paghi, durata del servizio lavorativo)
  4. A quali prestazioni hai diritto d’accesso in base ai contributi che versi annualmente e a quanto ammontano tali prestazioni in caso di invalidità, pensione di vecchiaia, pensione ai superstiti in caso di morte;
  5. Mutui e/o finanziamenti in corso (quanti ne sono e a quanto ammontano)
  6. Eventuali assicurazioni per altri eventi (quali e quanti)

Se pensi che una consulenza gratuita sia utile per analizzare la tua situazione e aiutarti a proteggere i tuoi risparmi, compila il modulo nella pagina contatti e ti riconatteremo entro 24/48 ore per aiutarti al meglio.