Furti in casa: ecco come mettere al sicuro la propria abitazione

Secondo le stime del Censis, l’istituto di ricerca socio-economica, in Italia avvengono 689 furti al giorno in abitazioni private. Sebbene si raggiungano picchi nei mesi estivi, la media dello scorso anno mostra come i furti avvengano ogni due minuti. Spesso si ricorre a sistemi di sicurezza come allarmi e antifurti solo dopo aver già subito un furto. Questa pratica avviene di solito in maniera frettolosa e senza valutare le reali necessità e proposte sul mercato.

Esistono tre elementi fondamentali nei sistemi d’allarme, sia che si tratti di sistemi perimetrali che di sistemi volumetrici:

– la centralina: permette al sistema di rilevare dati ed immagini ed elaborarli come informazioni;

– i rivelatori;

– i dispositivi d’allarme.

I sistemi di allarme volumetrico permettono di individuare la presenza di un ladro grazie alla registrazione dei movimenti e delle variazioni di temperatura. I sistemi di allarme perimetrale permettono di controllare porte e finestre e la loro efficacia risulta massima quando sono collocati nelle intercapedini interne di finestre, porte e balconi. Per far scattare l’allarme è sufficiente aprire gli infissi ma lascia gli inquilini liberi di muoversi all’interno della casa.

Esistono poi i sistemi di videosorveglianza. Grazie alle telecamere si può vigilare sullo spazio interno ed esterno della casa e registrare immagini. Questo tipo di dati genera informazioni in grado di dare risposte automatiche. Lo svantaggio di questo tipo di allarmi si riferisce al costo oneroso e al bisogno di una costante supervisione da parte di qualcuno.

Gli impianti di allarme e videosorveglianza non evitano il furto ma lo segnalano. Il suono della sirena potrebbe essere più che sufficiente a mettere in fuga i ladri. Se non si vuole o non si può spendere una cifra elevata per comprare un sistema di allarme si può ripiegare su finte telecamere e finte sirene che possono fare da deterrente e intimidire gli aspiranti ladri.

Esistono quindi svariati metodi per mettere al sicuro la propria casa ma solo uno per prevenire qualunque danno possa accadere in caso il ladro riesca a disattivare gli allarmi: un’assicurazione.

Se sei interessato a proteggere il tuo spazio domestico dall’incursione di ladri e salvaguardare i tuoi averi, compila il modulo contatti e ti informerò gratuitamente entro 24 ore.