Qual’è la migliore polizza assicurativa per il lavoro autonomo?

polizza-avoro-autonomo

Il lavoro autonomo ha i suoi pro e i suoi contro. Uno degli innegabili vantaggi consiste nella gestione del proprio tempo lavorativo. Cosa accade però quando si è costretti ad assentarsi dal proprio lavoro? Esistono forme di tutela ad hoc?

Per i lavoratori dipendenti è impensabile scegliere quando lavorare e quando prendersi delle pause, così come programmare le ferie indipendentemente dalle esigenze dell’azione nella quale opera.

Tuttavia il lavoratore autonomo ha un bel gran da fare, dovendo fare da contabile ed amminstratore di se stesso, soprattutto quando si tratta di oneri fiscali, fatture, scadenze e tasse.

Spesso occorre l’aiuto di un buon commercialista, soprattutto se il lavoratore autonomo decide di farsi aiutare da collaboratori ed associati.

Un quarto degli italiani produttivi si trova nella condizione di lavoratore autonomo ed è spesso costretta a fronteggiare attività di accounting senza avere un immediato ritorno in termini economici.

La mancanza di certezze lavorative ed economiche caratterizza la condizione del lavoratore freelance, essendo egli responsabile del proprio bilancio annuale in termini di competenze professionali personali.

La mancanza di tutele personali e familiari risulta pertanto molto sentita dalla categoria dei freelance, soprattutto per la connessione tra il lavoro effettivo e il guadagno.

Il lavoratore autonomo si caratterizza per il possesso di una partita IVA. Esiste una differenza tra lavoratori autonomi e ditte individuali, anche se principalmente solo sulla carta, e riguarda gli oneri fiscali e la registrazione presso le Camere di Commercio, obbligatorie per le sole ditte individuali. Al lavoratore autonomo spetta invece la registrazione ad un Albo Professionale o alla Gestione Separata INPS.

Tuttavia la Gestione Separata INPS copre solo alcuni eventi specifici, quali la disoccupazione e la maternità/paternità. Per tutte le altre questioni legate alla malattia, invalidità temporanea o permanente, eventi gravi, occorre rivolgersi a forme integrative di tutela.

Esistono forme assicurative pensate proprio per chi è in possesso di una Partita Iva. Queste polizze sono pensate per essere versatili e personalizzabili in base alle esigenze di ognuno, dando la sicurezza e la tranquillità necessarie a continuare il proprio lavoro senza farsi troppi pensieri.

Le soluzioni più complete garantiscono un importante contributo economico per le cure mediche e la possibilità di avere una diaria in caso di infortuni.

Contattaci

Se appartieni a quel quarto della popolazione attiva che lavora come autonomo, e se anche tu percepisci la mancanza di un sostegno da parte della previdenza sociale, compila il modulo contatti e ti informerò gratuitamente entro 24 ore su tutte le possibilità pensate apposta per te.